mercoledì 30 Novembre 2022

Museo Castromediano di Lecce, la memoria archeologica del Salento e delle rotte mediterranee

In Evidenza

Il Museo Archeologico “Castromediano” di Lecce, è un museo di antica tradizione. Fondato nel 1868 da Sigismondo Castromediano, uno di quegli eruditi-patrioti che punteggiavano l’Italia dell’epoca, raccoglie preziose testimonianze della civiltà Messapica, ma, soprattutto, è concepito come una sorta di hub delle testimonianze materiali della storia del Salento, dalla preistoria ai giorni nostri. L’impatto architettonico interno ricorda un piccolo Guggenheim, ed è focalizzato nel raccontare i paesaggi reali e mentali del tacco d’Italia, quelli terrestri, del sacro, dei vivi, dell’aldilà e, soprattutto, quelli del mare, in questo caso sia Adriatico che Jonio.

GUARDA IL VIDEO SUL MUSEO CASTROMEDIANO DI LECCE:

 

Non a caso il museo ha ospitato a inizio estate 2022 l’evento finale di UnderWater Muse, il progetto – sviluppato tra Friuli Venezia Giulia, Puglia e Croazia, che mira a rendere fruibili da tutti i cittadini i siti archeologici subacquei in prossimità della costa, di cui la stessa Puglia e l’Adriatico tutto sono particolarmente ricchi
L’ntervista ad Anna Lucia Tempesta (video sopra), conservatrice archeologa del Museo Castromediano di Lecce tocca il rapporto delle collezioni del museo con il mare, sia attraverso i tanti reperti dell’archeologia subacquea. Ricchissime le collezioni provenienti dalle tante grotte costiere salentine, primigeni approdi fin dalla preistoria delle già frequentate rotte del Mediterraneo. Non solo grotte costiere ma anche nell’entroterra, come per esempio la Grotta delle Veneri, che mostra antichissime statuine femminili e sassi finemente decorati.

PER APPROFONDIRE L’ARCHEOLOGIA SUBACQUEA E DELLE COSTE DEL SALENTO:

Archeologia subacquea per tutti a Porto Cesareo, i relitti delle Colonne e delle Anfore Tripolitane diventano “archeologia pubblica del mare” – Progetto UnderwaterMuse

 

 

Altri articoli

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui

News