venerdì 3 Dicembre 2021

Pompei, rubato un chiusino in marmo alla Casa del Sirico

In Evidenza

Il Parco archeologico di Pompei rende noto che nella giornata di lunedì 4 ottobre il personale ha constatato il furto di un piccolo chiusino in marmo, circa 20 centimetri di diametro, che faceva parte di una cisterna d’acqua della Casa di Sirico, un edificio aperto al pubblico tra il vicolo del Lupanare e la via Stabiana, quindi un complesso con doppio ingresso. Qui erano in corso interventi di manutenzione ordinaria da parte dei restauratori.
In particolare, afferma il direttore del parco archeologico Gabriel Zuchtriegel, “il rivestimento marmoreo della bocca di cisterna era stato sottoposto ad un intervento di messa in sicurezza ed erano state messe in opera delle staffe metalliche al fine di garantire un appoggio migliore al chiusino stesso”
È stata sporta denuncia ai carabinieri mentre si spera di poter ottenere elementi validi al recupero del manufatto dalle varie telecamere interne del parco archeologico stesso
Qui la descrizione della Casa di Sirico dal sito del Parco Archeologico di Pompei:

La grande casa è frutto dell’aggregazione, avvenuta nel I secolo a.C., di due dimore, l’una con ingresso da via Stabiana, l’altra da vicolo del Lupanare. All’epoca dell’eruzione in tutta la proprietà si stava procedendo ad un radicale rinnovamento degli apparati decorativi secondo i dettami dell’epoca. Tra le parti già completate c’era l’esedra dove i convitati banchettavano su letti triclinari posti attorno ad un pregiato pavimento a lastre marmoree e circondati da raffinati affreschi con soggetti mitologici ispirati alla guerra di Troia, uno dei quali esposto al Museo Archeologico Nazionale di Napoli.

L’identificazione dell’ultimo proprietario della casa, Publius Vedius Siricus, si deve alla scoperta di un sigillo di bronzo recante tale nome. Sirico apparteneva alla classe politica e commerciale di Pompei e riceveva quotidianamente i suoi sostenitori accogliendoli nella sua abitazione con la beneaugurante iscrizione SALVE LUCRU, Benvenuto guadagno!, che si poteva leggere sul pavimento dell’ingresso.

FORSE PUÒ INTERESSARE ANCHE:

Pompei, in “diretta” dagli scavi archeologici del Complesso dei Riti Magici nella Regio II – VIDEO REPORTAGE

 

 

 

Altri articoli

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui

News