mercoledì 22 Settembre 2021

Pompei, alla scoperta dei granai del Foro. Una visita straordinaria in attesa del nuovo progetto. Come prenotare – VIDEO

In Evidenza

La visita straordinaria ai Granai del Foro di Pompei ha tutte le caratteristiche della “scoperta”, quella che si prova quando si entra in quello, che di fatto, è un magazzino archeologico di eccezionale importanza. QUI IL VIDEO:

Di solito visti frettolosamente attraverso le inferriate che danno sul Foro, con i turisti che infilano curiosi tra le stesse l’obiettivo della macchina fotografica, sono il risultato di un accumulo di materiale in particolare dagli scavi di via dell’Abbondanza, dal XIX secolo in poi.

Quello che non veniva ritenuto “degno” di far parte della storia dell’arte restava lì. In particolare anfore da tutto il Mediterraneo, particolari architettonici, e un numero incredibile di pesi per le attività della compravendita al mercato. Insomma, uno spaccato di vita privata e commerciale non solo di Pompei ma di tutto il mondo romano. Nel tempo i reperti si sono “stratificati”, e durante la seconda guerra mondiale hanno anche subito un pesante bombardamento. Eppure è un patrimonio straordinario di ritrovamenti archeologici, che il Parco Archeologico di Pompei si ripromette di musealizzare e di aprire al pubblico, con un progetto del tutto nuovo. Ne vale senz’altro la pena, l’interesse per questo grande edificio, con otto aperture verso il Foro, va molto oltre quello di un oggetto di studio per gli specialisti

Furono scavati nell’Ottocento, costruiti dopo il grande terremoto del 62 d.C. Non si esclude che al momento della distruzione della città nel 79 d.C.non fossero ancora conclusi i lavori. Sembra il destino dei granai del Foro, ma ora arriva probabilmente il cambio di rotta, con la progettazione del nuovo Museo del Foro, che si affiancherà quindi all’Antiquarium appena messo a nuovo.

COME FARE PER VISITARLI

Ogni mercoledì dei mesi di luglio e agosto, dalle 10 alle 12 e dalle 14 alle 16 sarà possibile richiedere una visita accompagnata a cura dei funzionari del Parco. Prenotazione consigliata sul sito www.ticketone.it. L’acquisto della visita è possibile anche presso la biglietteria di Porta Marina. Il costo della visita è di 3€ (+ 1,50€ di prevendita on-line), in aggiunta al biglietto di ingresso al sito. La visita è riservata a gruppi di massimo 10 persone ogni mezz’ora. Le visite ai granai saranno possibili anche di sera al costo di 5€, in aggiunta al biglietto serale di ingresso al sito, ogni venerdì e sabato nelle seguenti date 6 e 7, 27 e 28 agosto, 3 e 4, 10 e 11, 25 settembre con le stesse modalità di prenotazione.

FORSE PUÒ INTERESSARE ANCHE:

Poggio del Molino, le tre vite di un sito archeologico. Da fortezza romana contro i pirati a villa con mosaici a Populonia (Golfo di Baratti – Piombino). VIDEO

Altri articoli

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui

News