mercoledì 22 Settembre 2021

La Regia Marina sull’Alto Garda nella Grande Guerra: tracce archeologiche delle postazioni – VIDEO

In Evidenza

L’altura di Dosso Merlo, importante postazione difensiva italiana della Grande Guerra sotto il monte Altissimo e sopra Navene, sulla Gardesana Orientale,, è stata recuperata e studiata dal 2013 (lavori ancora in corso nel 2021), quando ormai le trincee e i suoi osservatori non erano più visibili (QUI SOPRA IL VIDEO).
Un grande lavoro di conflict archaeology e di volontariato utile a recuperare aspetti certamente non noti al grande pubblico sulla prima guerra mondiale, in questo caso nel territorio del comune di Malcesine.

Le trincee e l’osservatorio di Dosso Merlo nelle carte militari italiane (1917) Da Nicola Cappellozza

(QUI IL LINK AL REPORTAGE),

Una particolarità è che la posizione fu tenuta anche da truppe della Regia Marina, sia utilizzate come fanteria, sia come osservatorio per le batterie vicine, sempre operate dai marinai o da distaccamenti misti Esercito-Regia Marina. Un esempio è il gigantesco pezzo da 305, smontato come altri da unità in servizio (corazzate), e riposizionati come artiglieria pesante sul fronte. Stessa cosa per pezzi contraerei, presenti a poca distanza. Navi militari o imbarcazioni civili militarizzate svolgevano poi il compito di vera e propria flotta su quella sorta di “mare interno” rappresentato dal bacino del Garda.

Altri articoli

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui

News