domenica 4 Dicembre 2022

Morta Chiara Frugoni, storica del Medioevo e raffinata divulgatrice

In Evidenza

Chiara Frugoni è morta a Pisa, dove era nata 82 anni fa. Grande storica del Medioevo, (università di Pisa e università di Roma Tor Vergata), aveva saputo unire il rigore accademico con una grande vena divulgativa. Questa “vena” però era una missione che non faceva sconti alla semplificazione e all’adattamento di un linguaggio verso il basso, anzi. Alcuni dei suoi successi, tra i pochi saggi storici perennemente ristampati in edizione economica, sono un punto di arrivo per chi scrive libri di storia apprezzati dal pubblico senza dover “fare i furbi” per compiacere editori e cassa. Tra i tanti meriti, quello di aver contribuito alla comprensione della complessità, della ricchezza e della continua vitalità del medioevo in Italia, al di là di quegli stereotipi così difficili da superare. Un titolo come Vita di un uomo – Francesco d’Assisi” (Einaudi) è un esempio di chiarezza, di innovazione divulgativa e di rigore. Una grande passione di studio quella per Francesco, per lei che non credeva. Mai un aggettivo di troppo, mai una riga di troppo, mai una frase oscura. Eppure, in questa chiarezza, appare sempre la struttura solida di ottimi studi (la Normale, oltretutto figlia d’arte, il padre Arsenio Frugoni fu un altro grande medievista) e la sua notevole capacità come docente universitaria. Fu sposata con Salvatore Settis, e in seguito con Donato Cioli.

FORSE PUÒ INTERESSARE ANCHE:

Giugnano, la cripta più nascosta della Toscana. Un gioiello del primo romanico – Con VIDEO

Altri articoli

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui

News