mercoledì 7 Dicembre 2022

Anfiteatro romano individuato in Svizzera sulle rive del Reno, vicino a Basilea. Nell’antica Augusta Raurica, è di tarda datazione (IV sec. d.C.)

In Evidenza

Un anfiteatro romano va ad aggiungersi all’elenco dei grandi edifici simbolo di romanizzazione. La struttura è stata individuata a Kaiseraugst, una cittadina a circa 20 chilometri da Basilea, in Argovia, nel sito della colonia di Augusta Raurica. L’anfiteatro è particolarmente tardo, fu costruito nel IV secolo d.C.. La scoperta è avvenuta durante gli scavi di un garage sotterraneo per un centro sportivo, ed è stato subito chiarito che le murature verranno salvaguardate e rese visibili pur sotto le strutture moderne. Individuato nel dicembre 2021 l’edificio viene segnalato come 50 metri di lunghezza e 40 di larghezza, con un ingresso monumentale probabilmente chiuso da un grande cancello, mentre le gradinate erano composte da strutture di legno, come proverebbero alcune tracce di pali.

Le strutture murarie dell’anfiteatro romano di Kaiseraugst, Svizzera (immagine da Kanton Aargau)

Le immagini aeree diffuse mostrano chiaramente quanto il complesso sia vicino al fiume Reno, tanto che verrà costruito un argine per proteggere la scoperta archeologica dopo lo scavo. La Svizzera conosce almeno altri sette anfiteatri romani nel suo territorio. Questa scoperta avviene in un’area strategica di penetrazione nord-sud, fortemente romanizzata per questo motivo. Il Castrum Rauracense (il forte è a poca distanza dallo scavo) era infatti di grande importanza amministrativa e militare.

Come è ben noto ai nostri lettori con i reportage dagli scavi dell’anfiteatro di Volterra (“l’Anfiteatro che non c’era”) anche edifici di enormi dimensioni come gli anfiteatri possono scomparire dalla memoria delle fonti e nascondersi nel territorio, individuati tramite l’attenzione dell’archeologia preventiva.

FORSE PUÒ INTERESSARE ANCHE: LE ULTIME SCOPERTE ARCHEOLOGICHE ALL’ANFITEATRO DI VOLTERRA

Altri articoli

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui

News