domenica 4 Dicembre 2022

Mausoleo di Augusto, al cospetto del Princeps. La visita al monumento restaurato – Con VIDEO

In Evidenza

Finalmente il Mausoleo di Augusto è da poco nuovamente visitabile, dopo un lungo lavoro di restauro, ancora in corso. Era chiuso dal 2007. Nel 2019 era terminata infatti la prima fase dei lavori sul Mausoleo, un finanziamento pubblico di 4.275.000 euro (di cui 2 milioni versati dal Mibact, ora Ministero della Cultura, e 2.275.000 dal comune di Roma). La seconda fase è invece con un finanziamento di 6 milioni dalla Tim. A metà 2021 il contesto della piazza, uno sventramento mussoliniano, è ancora in pieno cantiere, ma la tomba di Ottaviano, il primo Princeps, è fruibile e promette finalmente di diventare un polo turistico di primo piano, rimettendo la Roma augustea nella sua giusta prospettiva. Per prenotare meglio prendersi tempi lunghi, data la richiesta (il link lo trovate in fondo a questo articolo). QUI IL VIDEO, di Federica Pelosi:

Il monumento, per essere chiari, era “messo male”, gli interventi di stabilizzazione e di messa in sicurezza sono stati importanti a comuniciare dallo smaltimento delle acque, l’inserimento di travi in ferro e  tiranti in acciaio. Poi, in particolare, i percorsi all’interno del monumento, soprattutto le scale. Poi il disinteresse generale, fino all’importante svolta di cui si vedono ora i frutti.

LA STORIA

Riportiamo qui di seguito la scheda storica che inquadra la lunga cronologia, e le molteplici funzioni assunte dal monumento in due millenni:

Costruito nel 28 a.C. subito dopo la vittoria di Azio su Marco Antonio e Cleopatra come imponente monumento funerario dinastico per Augusto e la sua famiglia, esso è il più grande sepolcro circolare del mondo antico, dal diametro complessivo di quasi 90 metri, con un’altezza presunta di almeno 45 metri (dell’originario monumento romano si conserva approssimativamente un terzo).
L’architettura del monumento è organizzata secondo una complessa disposizione planimetrica; attraverso un lungo dromos aperto a sud si accede alla camera sepolcrale, completamente ricostruita, ma ancora leggibile nella sua pianta circolare, articolata in tre nicchie rettangolari, dove erano collocate le urne. Intorno a questa struttura centrale cilindrica si dispone una serie di corridoi anulari concentrici. I tre muri anulari più esterni, realizzati con un paramento in opera reticolata, risultano collegati tra loro da setti murari costruiti con la stessa tecnica edilizia e disposti radialmente a distanze uniformi. Il tamburo esterno conserva parte del rivestimento in blocchi di travertino.

Mausoleo di Augusto, Roma – L’interno

Per più di un secolo conservò la funzione di sepolcro monumentale della famiglia imperiale mentre per l’età tardo antica non si hanno più notizie del monumento, che è di nuovo ricordato a partire dal X secolo.

Nel XIII secolo sulle poderose vestigia del Mausoleo fu edificato, dai Colonna, un fortilizio che fu distrutto nel 1241.

Nei secoli successivi fu attuata una sistematica opera di spoliazione del monumento: i marmi furono ridotti in calce e utilizzati come materiali da costruzione o ancora destinati agli usi più vari.

Nel corso del XVI secolo la nobile famiglia dei Soderini, divenuta proprietaria del Mausoleo, edificò un palazzo a nord del monumento e allestì all’interno dell’antico sepolcro un giardino all’italiana. In seguito agli importanti interventi di spoliazione le strutture interne del monumento erano crollate e interrate; il giardino, pertanto, fu impostato a livello del secondo piano dell’antico sepolcro, racchiuso dall’alto muro in reticolato, secondo lo schema dell’hortus conclusus.

All’inizio del Settecento il palazzo e il Mausoleo divennero proprietà dei marchesi Correa di origini portoghesi; il giardino nel corso del secolo cadde in abbandono e all’interno del complesso fu allestito un anfiteatro, nel quale, a partire dal 1780, si tennero giostre e caccie di tori e bufale.

Dal 1802 il sepolcro, ormai noto come anfiteatro Correa, passò tra i beni di proprietà della Camera Apostolica che lo diede in affitto a più riprese come edificio per spettacoli.
Nel 1826 fu innalzato, su progetto di Giuseppe Valadier a copertura dell’arena, un velario su sostegni lignei, sostituito in seguito da un’istallazione più stabile con armatura in ferro.

Nel 1907 il Correa passò dal Demanio dello Stato al Comune di Roma e fu trasformato in sala per concerti, denominata Auditorium Augusteo, subito dotato di nuovi accessi adeguati alle allora vigenti norme di sicurezza.

La serie dei concerti terminò il 13 maggio del 1936 quando iniziò il programma dello Stato fascista di demolizione della cupola e delle strutture sovrastanti per recuperare l’originario sepolcro imperiale. I restauri del monumento, interrotti nel periodo della seconda guerra mondiale, furono poi ultimati nei primi anni ’50.

 

PER LA VISITA AL MAUSOLEO DI AUGUSTO:

https://www.mausoleodiaugusto.it/it/booking/

Per il periodo 1 luglio – 30 settembre 2021

Di nuovo disponibili per i cittadini i biglietti per visitare il più grande sepolcro circolare del mondo antico

Dopo il sold-out delle visite programmate fino al 30 giugno, a sole 24 ore dalla riapertura al pubblico del monumento restaurato, dal 17 giugno è di nuovo possibile prenotare la visita al Mausoleo di Augusto relativamente al periodo 1° luglio – 30 settembre 2021.

Fino al 31 dicembre 2021 l’entrata al Mausoleo è gratuita per tutti i cittadini residenti nel territorio di Roma Capitale e nell’area della città metropolitana; la durata della visita è di circa 50 minuti. Per prenotazione gruppi con guida propria: call center 060608 (tutti i giorni ore 9.00-19.00). Per singole prenotazioni: online sul sito www.mausoleodiaugusto.it.

 

L’ingresso è contingentato ogni ora per un massimo di 10 persone per volta. Gli ingressi sono ogni 30 minuti: all’ora piena i singoli cittadini, alla mezz’ora i gruppi con guida propria.

Il percorso di visita prevede numerose rampe di scale. Le persone con mobilità ridotta potranno pertanto visitare l’area centrale del monumento, allestita con pannelli didattici e illustrativi, per un miglior orientamento del visitatore.

 

INFO

Mausoleo di Augusto – Piazza Augusto Imperatore, Roma

Fino al 30 settembre 2021: 9.00-19.00, ultimo ingresso alle 17.30

Biglietto: € 4,00 intero; € 3,00 ridotto + € 1,00 di prevendita

Per prenotazione gruppi e informazioni: call center 060608 (tutti i giorni ore 9.00-19.00); per prenotazioni singole persone: online sul sito www.mausoleodiaugusto.it (max 5 biglietti a transazione)

FORSE PUÒ INTERESSARE ANCHE:

Giuliano Volpe: “Sul Colosseo si rischiava l’immobilismo”. “La spinta propulsiva della riforma sul patrimonio culturale si è fermata. Gravissimo che i ministeri della Cultura e Università non collaborino” – INTERVISTA

 

Altri articoli

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui

News