domenica 4 Dicembre 2022

È Gabriel Zuchtriegel il nuovo direttore di Pompei. Il suo curriculum

In Evidenza

Per l’archeologia italiana, data l’importanza del ruolo, è come l’annunciazione. Il nuovo direttore del parco archeologico di Pompei è Gabriel Zuchtriegel, che arriva dritto con una promozione dopo aver fatto bene a Paestum. L’annuncio è stato dato dal neo-ministro della Cultura, che poi è anche il pluriprecedente ministro dei Beni Culturali Dario Franceschini.

Zuchtriegel ha 39 anni, tedesco di cittadinanza italiana, era in Campania dal 2015. La scelta è arrivata tra una rosa di tre, selezionata dalla commissione di concorso. Prende il posto di Massimo Osanna, che nel frattempo teneva l’interim dopo essere passato al ministero per guidare la direzione dei musei. Non tutto liscio però: due componenti del consiglio scientifico del parco archeologico si sono dimesso. Si tratta di Stefano De Caro ed Irene Bragantini. “Con decisione irrevocabile ed effetto immediato abbiamo deciso di dare le dimissioni. Con vivo disappunto, riteniamo non sussistano le condizioni minime per collaborare con il suo successore“, scrivono in una lettera. Osanna, a cui era indirizzata, ha replicato: “Francamente non capisco la polemica. Zuchtriegel ha un curriculum scientifico eccellente, a Paestum ha fatto benissimo e a Pompei assicurerà una gestione del sito in piena continuità con quanto fatto da me in questi ultimi anni per il grande progetto; il fatto che Zuchtriegel abbia appena quarant’anni – non penso possa essere un motivo per non ritenerlo all’altezza. Anzi, credo che sia un valore ed un grande segnale di apertura verso le nuove generazioni“.

In questi casi può essere utile riportare “pari pari” parte del curriculum di Zuchtriegel, eccolo:

EDUCATION

2007-2010 PhD in Classical Archaeology, Institute for Classical Archaeology, University of Bonn (Germany) PhD dissertation: “Das Ostheiligtum von Gabii: Die eisenzeitlichen und archaischen Funde der Ausgrabungen

1976-1977. Studien zu Kultpraxis und Urbanisierung in Latium” Advisor Professor Martin Bentz

2001-2006 Master in Classics, Humboldt University Berlin (Germany), Winckelmann Institute for Classical Archaeology Senior thesis: “Wo kann man’s wagen? – Koprones, Latrinen und Ausgussstellen in griechischen Städten vor der Kaiserzeit” Advisor Professor Franziska Lang

RESEARCH INTERESTS

Ancient Greek colonizationPostcolonial studies and subaltern studies in archaeologySocial and economic history of ancient GreeceArchaic Rome and LatiumMuseology and Public Archaeology

PROFESSIONAL EXPERIENCE

2015-2020 Director, Parco Archeologico Paestum, Ministero dei Beni e delle Attività CulturaliP

2019-Faculty member, Scuola Superiore Meridionale – Archeologia e culture del Mediterraneo antico, Università di Napoli “Federico II”

2018-Member of the scientific board of the postgraduate program Master II livello Progetto Restauro per l’Archeologia, Università degli Studi di Napoli “Federico II”, Dipartimento di Architettura

2/2015-10/2015Archaeologist, Segreteria tecnica, Grande Progetto Pompei – Soprintendenza Speciale per Pompei, Ercolano e Stabia

2014/2015 Collaborator, Exhibition “Pompei e l’Europa 1748-1943” curated by Massimo Osanna, Maria Teresa Caracciolo and Luigi Gallo

2012-2015 Member of the editorial committee of the journal “SIRIS – Studi e ricerche della Scuola di Specializzazione in Beni Archeologici di Matera”

10/2011-2/2012 Faculty member, Institute for Classical Archaeology, University of Bonn (Germany)2011Freelance collaboration, educational department, Staatliche Museen Berlin-Stiftung Preußischer Kulturbesitz, Pergamon Museum

2010-2011 Research assistant, Institute for Classical Archaeology, University of Bonn (Germany)

2006-2007 Research assistant, German Archaeological Institute, Rome and Madrid (Dr. Sophie Helas, Professor Dirce Marzoli)

2002-2006 Assistant, Archaeological Collection of the Winckelmann-Institute for Classical Archaeology, Humboldt University Berlin (Professor Henning Wrede)2003-2005Assistant, excavations on the agora of Selinunte, Sicily (Professor Dieter Mertens, German Archaeological Institute, Rome)

2018-Abilitazione nazionale come professore di II fascia in Archeologia Classica, Ministero per l’istruzione, università e ricerca

 

FORSE PUÒ INTERESSARE ANCHE:

Acquedotti romani, il rebus della seconda chiocciola dell’Aqua Virgo

Altri articoli

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui

News