giovedì 1 Dicembre 2022

Antenati Altinati: i volti degli antichi abitanti della laguna di Venezia

In Evidenza

La vita, paradossalmente, la si ritrova lì, nelle stele fiunerarie, nei monumenti commemorativi dei defunti abitanti di Altino, al limitare della laguna di Venezia, città Veneta e poi Romana, e poi solo ricordo fino alle ricerche iniziate nel XIX secolo, e tuttora in corso, questa volta – spesso – con le tecniche non invasive di riscognizione del terreno. Quando i musei riapriranno, ci sarà ancora il tempo per visitare la mostra “Antenati Altinati”, che scava nei nomi, nei volti e nella voglia di essere ricordati di quegli antichi abitanti della laguna. La mostra espone una selezione di sculture funerariae altinati di età romana, che già fecero parte della collezione privata Guarienti, recentemente acquisita dallo Stato. —>QUI SOTTO LA VIDEO-GUIDA

La mostra espone una selezione di scultura funeraria altinate di età romana, già parte della collezione privata Guarienti recentemente acquisita dallo Stato. Nella prima parte della mostra, il visitatore “passeggia” lungo una delle antiche vie in uscita da Altino, fiancheggiata da monumenti funerari.
Sono gli “Antenati altinati”, raffigurati in questi monumenti, a narrare la propria storia, coinvolgendo il visitatore in prima persona. La protagonista della seconda parte dell’esposizione è l’edicola funeraria scomparsa dalla collezione Guarienti negli anni Sessanta e recuperata nel 2017 grazie ai carabinieri del Nucleo Tutela per il Patrimonio Culturale.

Al Museo archeologico nazionale di Altino. In collaborazione con il Progetto INTERREG Italia-Croazia “HISTORIC”.

QUI IL VIDEO-REPORTAGE SUL MUSEO E SULL’AREA ARCHEOLOGICA

 

 

Altri articoli

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui

News